Pallavolo: Saiuz Amiata sconfitta ai Playoff, finisce il sogno della serie C

images

—lP—

di Viola Santelli

Per la Saiuz Amiata si chiude il sogno di arrivare a combattere in serie C. Almeno per quest’anno

Abbadia San Salvatore. A seguito del regolare campionato, la vera avventura comincia a partire dall’ultimo scontro del girone, disputatosi in casa. Un’atmosfera  tesa, delicata: il vincitore della gara, in cui si giocava il tutto per tutto, avrebbe avuto accesso alle fasi successive. Quasi contro ogni aspettativa del pubblico, ormai abbandonato a quello che sembrava un destino segnato,  l’incontro è andato a buon fine, riuscendo in un ottimo  3-1. Già in partenza la squadra risultava dimezzata: chi reduce da varicella; chi in Erasmus; chi infortunato, e chi squalificato. Un ostacolo superato grazie a tanta forza di volontà, all’impegno e al bisogno di dimostrare di esserne in grado di raggiungere obiettivi importanti. Conclusi i set, indescrivibile l’entusiasmo negli occhi di tutti, soddisfatti.

Ecco le parole del capitano della Saiuz Tommaso Flori:

“Della stagione, possiamo dirci complessivamente soddisfatti. Abbiamo iniziato con un nuovo allenatore e non era dunque scontata la reazione positiva alla novità. Prima parte del campionato inaspettatamente positiva: solamente due sconfitte contro i primi in classifica. Seconda parte un po’ più complicata, il tutto è da collegare principalmente al fatto che ci siamo trovati a portare avanti un lavoro ben iniziato con meno persone agli allenamenti . E’ naturale che una squadra come la nostra, che non può contare su individualità di peso, non può far altro che affidarsi all’affiatamento, che non è venuto meno ma che tuttavia ha subito uno scossone. Fortunatamente in quest’ ultima partita, decisiva per l’accesso ai playoff, una ritrovata intesa ha permesso di ottenere i tre punti fondamentali per concludere al quarto posto la regular season. Il merito è di tutti: chi ha giocato più, chi meno, chi è stato chiamato in causa solo per pochi punti, lo stesso pubblico che ha caricato positivamente noi ragazzi!”

È bene guardare il futuro con ottimismo perché nulla è perduto, nulla finisce qui. Il prossimo anno i nostri ragazzi potranno lo stesso aspirare a partecipare di nuovo ai playoff, magari arrivando a vincerli. Possono solo ritenersi fortificati, non certo indeboliti.

ARTICOLI CORRELATI: Saiuz Amiata, campioni della pallavolo - Saiuz Amiata, l’under 13 si aggiudica il secondo posto e vola ai regionali - Beach volley: la compagine “Attenti a quei tre” conquista il primo torneo di Abbadia - Abbadia: successo per “Sport di Classe”, l’iniziativa nazionale per promuovere l’educazione fisica

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>