La Postilla compie due anni. Il punto

depero1

—lP—

…ti troverai due anni dopo al punto di partenza. (F. Guccini)

No. Non proprio come Dumas… ehm Guccini. Abbiamo corso lungo la linea del tempo partendo lenti come lumache. Ci siamo guardati in faccia, abbiamo stretto nuove alleanze, abbiamo stroncato rapporti, e ci siamo ancora guardati in faccia. Due anni son passati. E si vedono. Si vedono nella grafica, prima bianco-celeste, poi bianco-verde e infine, crediamo quella definitiva: ragione sociale in corsivo, fondo rosa carne, titoli in blu di Prussia. Sperando vi piaccia. Ma sopra tutto negli articoli, o comunicati, che affrontano i temi più vari e ricoprono un territorio sempre più vasto: Siena, Grosseto, relative provincie e Toscana in generale.

Non siamo (più) il giornaletto online di Abbadia. Siamo anche questo, ovviamente, la voce ufficiale di Abbadia, ma soprattutto altro. A questo proposito i numeri non mentono. Un anno fa arrivavano 500 visite al giorno; a distanza di 12 mesi siamo abbondantemente oltre 1.000. L’intento è quello di aprire una redazione vera e propria. Un punto di incontro, di discussione, di lavoro, di riunione. Perché ciò accada aspettiamo – fiduciosi – che si presenti un bando, magari europeo. O uno sponsor lungimirante. Ché altrimenti le nostre finanze praticamente non esistono. Con le pubblicità – a proposito, grazie a chi crede in noi! A chi ci contatta e rinnova i banner, a prezzi bassissimi, addirittura più bassi rispetto a due anni fa – riusciamo a malapena a pagarci il dominio e i vari lavori che si presentano durante l’anno. In tasca non ce ne viene niente.

Eppure è un lavoro, altroché, anche se c’è chi ci invita a farlo gratis e a considerarlo al più come un passatempo. Bell’invito, grazie. Ma già lo facciamo, obtorto collo. Eppure c’è chi per promuovere le Fiaccole preferisce rivolgersi ad agenzie di comunicazione fiorentine o senesi (dico a caso), che magari nemmeno sanno di cosa si tratta. Ma va bene. Nessun vittimismo. Nel libero mercato ognuno si rivolge a chi più lo convince. Ci limitiamo a constatare, senza rammarico ma con una risatina tiepida, come la stragrande maggioranza dei contatti (ivi compresi richieste di articoli, inviti a eventi, etc) ci arrivino da fuori Abbadia. E come, repetita iuvant, i comunicati specialmente turistici o di eventi che riguardano la nostra splendida cittadina si contano con una mano monca. Ma va bene così. Oggi, anzi ieri, era il nostro compleanno. Oggi festeggiamo un risultato comunque importante: due anni di vita! Evviva. P.S. se proprio non riuscite a non farci un regalo da pochi giorni abbiamo attivato una pagina PayPal con offerta libera. In tutti i casi grazie!

ARTICOLI CORRELATI: Habemus scannatoio - ABBADIA bizzarra e bizzosa (si lamenta per il nulla e non sopporta le giostre) - ABBADIA: Un paese che non comunica è un paese destinato all’irrilevanza - editoriale. Lavorare per il bene comune, nostra unica salvezza - Abbadia chiusa per ferie - Giovani d’Abbadia, una risorsa da tenere in considerazione - Intervista a Giacomo Sbrilli: “Il nuovo Presidente dovrà ascoltare gli altri e saper moderare” - Fiaccole: le migliori, uniche, originali sono solo quelle di Abbadia. Diffidare dalle imitazioni - La Postilla va in vacanza. Torniamo martedì 4 agosto. «Ho passato questi giorni in una quiete profonda, disteso in una barca al sole» - Pubblicità: tantissimi motivi per scegliere La Postilla! - La Postilla al Festival del Giornalismo 2015; dalla Marcia su Roma a #ijf15 passando dall’Hotel Brufani - “La versione di Balilla” sulla Postilla Amiatina

In copertina: Fortunato Depero

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>