ABBADIA, Madonna del Castagno: niente profanazione o messa nera, ma bevitore in cerca di vino

14632861_1200994066642560_6368756942429410130_n

Cronaca locale

di Jori Diego Cherubini

ABBADIA SAN SALVATORE (SIENA) – Finestre spaccate, candelabri abbattuti, vetri in frantumi. Sabato mattina il Santuario della Madonna del Castagno appariva così, completamente sottosopra. All’inizio si è pensato a una bravata; poi, vista la concomitanza con la festa neo-pagana di Halloween, addirittura a una messa nera o a un atto di profanazione. In realtà, stando alle prime indagini – condotte dai carabinieri del Comando locale – il cerchio si sarebbe chiuso intorno a un bevitore del paese, noto alle forze dell’ordine per piccoli reati comuni, e in quel momento in astinenza da alcol. Dalla chiesa, infatti, non sono spariti paramenti sacri, denaro delle offerte o preziosi resti di Santo; bensì cinque bottiglie di vino conservate per le funzioni liturgiche. Purtroppo non si tratta del primo atto vandalico nei confronti degli edifici sacri del paese. Pochi giorni fa era stata sottratta una storica reliquia dalla chiesa madre di Santa Croce.

Galleria immagini:

LEGGI ANCHE: Breve storia del santuario “Madonna del Castagno” - SANTA FIORA: l’antica processione con il Crocifisso miracoloso - Storia di ABBADIA SAN SALVATORE: da re Ratchis alla miniera, fino ai giorni nostri

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>