Abbadia, incontro pubblico sulla discarica di Poggio alla Billa

poggioImpianto industriale della discarica di Poggio alla Billa: un incontro pubblico per discuterne con tutta la cittadinanza

Un incontro pubblico per discutere del progetto dell’impianto industriale della discarica in località Poggio alla Billa. L’Amministrazione comunale, in prossimità della presentazione del nuovo progetto presentato da Sienambiente, organizza, per  mercoledì 11 aprile, ore 17, presso la videoteca comunale in via Mentana 16, un’assemblea pubblica, aperta a tutta la cittadinanza.

L’occasione sarà utile a Sienambiente per presentare pubblicamente il proprio progetto e contestualmente sarà un momento di confronto con la cittadinanza su di un tema importantissimo e nevralgico per l’intera comunità.

“Quello che mi preme affrontare – Commenta il Sindaco di Abbadia, Fabrizio Tondi – è il fatto che l’impianto industriale della discarica ha subito delle evoluzioni tecnologiche notevoli con il tempo e che solo una parte selezionata del rifiuto non riciclabile viene oggi conferito in discarica. Al contrario, grazie in particolar modo ai processi del riciclo, gran parte del materiale che viene buttato come plastica, legno, ferro, carta e vetro non solo può essere recuperato, ma può consentire lo sviluppo di vere e proprie piccole filiere capaci di creare nuove opportunità e nuova occupazione, come avviene ormai abitualmente nei paesi del Centro e Nord Europa.

In questo senso – prosegue il Sindaco – quello di Abbadia San Salvatore è già un impianto all’avanguardia, avendo sviluppato un processo che consente di produrre compost per fertilizzare e concimare terreni agricoli grazie al recupero dei rifiuti organici, ma stiamo lavorando perché le opportunità di sviluppare nuovi spazi occupazionali, proprio nell’ambito del riciclo, possano diventare ricadute concrete per il territorio. Come sempre nella valutazione di progetti simili, la nostra Amministrazione si è sempre orientata nella considerazione delle ricadute per la comunità. Oltre a consolidare i posti di lavoro già esistenti, il nuovo progetto può costituire la base per crearne di nuovi in uno dei settori del futuro (e ormai del presente) dell’economia globale, vale a dire il riciclo”.

Vista la centralità del tema, dunque, si auspica la partecipazione più ampia possibile, anche in vista dell’accoglimento di domande, perplessità, istanze o proposte che provengano direttamente dalla comunità.

 

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>